Cosa significa intersessualità?

 

Come avrete notato l’acronimo che caratterizza questa categoria del mio blog è LGBTQI dove I sta per INTERSESSUALITA’…confesso che finchè non ho conosciuto e apprezzato l’opera delle amiche Michela Balocchi e Maria Grazia Campus ignoravo l’esistenza di questa condizione sessuale.

Ringrazio le due studiose e ho pensato di dare il mio piccolo  contributo traducendo a puntate alcuni paragrafi di una ricerca scientifica  americana su questo argomento, ecco il primo:

Cosa significa intersessualità?

Una varietà di condizioni che portano a uno sviluppo atipico delle caratteristiche sessuali fisiche vengono collettivamente definite come condizioni di intersessualità.
Queste condizioni possono includere anormalità dei genitali esterni, degli organi riproduttivi interni, dei cromosomi sessuali o degli ormoni correlati al sesso.

Alcuni esempi includono:

–     Genitali esterni che non possono essere facilmente classificabili come maschili o femminili

–     Sviluppo incompleto o inusuale degli organi riproduttivi interni

–     Inconsistenza tra genitali esterni e organi riproduttivi interni

–     Anormalità dei cromosomi sessuali

–     Sviluppo anormale dei testicoli o delle ovaie

–     Iper o ipo produzione di ormoni correlati al sesso

–     Inabilità del corpo a rispondere normalmente agli ormoni correlati al sesso.

INTERSSESSUALITA’ era originariamente un termine medico che fu più tardi adottato da alcune persone intersessuali. Molti esperti e persone con condizioni di intersessualità hanno recentemente raccomandato di adottare il termine DISORDINE DELLO SVILUPPO SESSUALE (DSD). Sentono che il termine sia più accurato e meno stigmatizzante del termine INTERSESSUALITA’.

Annunci