Passeggiando con gli amici detenuti nel parco dell’hangar di Augusta (SR)

Ho scritto queste parole un anno e mezzo fa, ho voglia di riproporvele cercando di  immaginare chi di queste persone è ancora dietro le sbarre, chi invece si è reinserito  nella società e nella propria famiglia…a tutti loro va il mio pensiero. affettuoso.

17 maggio 2010

Chissà se molte delle persone di Augusta che ieri mi hanno incontrato tra i viali del
parco dell’hangar o si sono fermate a salutarmi al tavolo davanti alla
bancarella dei panini si sono chieste chi fossero quei signori con cui
chiacchieravo e scherzavo così amabilmente e serenamente, unica donna in mezzo
a tanti uomini.

Chissà, forse, se avessi detto loro che erano alcuni dei dodici detenuti del
carcere di Augusta che ogni giorno escono, grazie al progetto “Reload” basato
sull’art.21 del codice penitenziario, per lavorare all’esterno e rientrano poi
nella casa di reclusione, avrebbero girato alla larga o sarebbero addirittura
fuggite inorridite all’idea che dei detenuti possano stare in mezzo alla gente
“normale” senza fare qualcosa di male e, soprattutto, che la sottoscritta, nota
in città come madre, moglie, docente e tante altre cose, si mescolasse con
questa fetta emarginata della società.

Eppure tutto questo è potuto succedere grazie alla splendida iniziativa del
presidente dell’Hangar Team di Augusta, il dott. Saccomanno, di cui ho parlato
nel mio articolo di ieri.

Alessandro A, Angelo F, Francesco L, Giovanni L, Giovanni C, Giovanni U,
Leandro C, Orazio F, Salvatore C, Salvatore I, Sergio C e Simone R, undici di
loro siciliani e solo uno campano, con condanne diverse ma uniti dalla voglia
di dimostrare che la fiducia in loro riposta è stata ampiamente ripagata dando
così attuazione pratica al dettato dell’art. 27 della Costituzione che parla di
rieducazione per un reinserimento nella società, ringraziano, tramite me, il
presidente dell’Hangar Team per questo regalo che è stato loro fatto:
trascorrere un fine settimana fuori dalla loro “vita ristretta” mescolandosi
tra la gente qualunque.

Annunci