“Sarò” di Lady P

Soffierò petali sui tuoi occhi stanchi

Delicati frammenti di profumi scordati

Ti avvolgerò di germogli di luce

Per rischiarare il tuo alone oscurato

Berrò i tuoi brividi per calmarti la pelle

Quando l’angoscia diventa paura

Inspirerò la tua rabbia e il dolore

Li muterò trattenendo il respiro

E soffierò lentamente calore

Da scioglierti in fluido ansimare

Giaciglio morbido

In un miele di silenzio gridato

da affondarci lo sguardo

fino a farlo annegare di me

scintilla discreta

che muta il buio in penombra

quiete da spaccare coi pugni

nido accogliente

se vorrai accovacciarti

caldo sorriso

per ricordarti i sorrisi

sensi che fremono

se vorrai accarezzarli

sarò divenire

se ti sentirai immobile

grembo materno

se vorrai rifugiarti dall’odio

fonte di latte

per dissetarti di stelle

occhi sgranati di figlia

se ti vorrai raccontare

complice amica

per condividere un forse

 

sarò

al di là della donna

affamata ed erotica amante

per bruciarti la pelle di sogni

al di là di ogni sogno

e di me