Le sindache e i sindaci neoeletti della provincia di Messina

La provincia di Messina ha il più alto numero di Comuni di tutta la Sicilia, ben 108; di questi 44 sono andati al voto lo scorso maggio e sono state elette 6 sindache, quella che ho definito “la valanga rosa”, che si sono aggiunte alle 3 già in carica, che quindi ora sono ben 9, una cifra davvero rilevante, e 38 sindaci.

Ho voluto esaminare le giunte di tutti e 44 i Comuni andati al voto per vedere quanto siano equilibrate per presenza di donne tra gli assessori.

Purtroppo mentre sono riuscita a trovare online i dati di tutte e 6 le giunte delle sindache neoelette, e questo fa già capire qualcosa, per quel che riguardo le 38 giunte dei neosindaci di ben 14 non ho ancora trovato la composizione; vi elenco quindi le altre 22.

Inizio però dalle giunte delle 9 sindache, prima le 3 che erano già in carica e poi le altre 6 appena elette. Eccole.

–      Ucria – Franca Algeri, 1 donna su 3 assessori

–      Montagnareale – Anna Sidoti, 2 donne su 3

–      Malvagna – Rita Mungiovino, 1 su 3

Le 6 neo elette:

–      Barcellona Pozzo di Gotto – Maria Teresa Collica, 2 donne su 6 assessori

–      Capri Leone – Bernadette Grasso, 1 su 4

–      Piraino – Calogera Maniaci Brasone, 0 su 4, il peggior risultato delle 9, nessuna donna

–      San Piero Patti – Ornella Trovato, 2 su 3

–      Sinagra – Enza Maccora, 2 su 3

–      Sant’Alessio Siculo – Rosanna Pia Fichera, 1 su 3

E ora le 22 giunte rette da neo sindaci di cui ho trovato la composizione:

–      Acquedolci – Ciro Gallo, 2 donne su 4 assessori

–      Alcara li Fusi – Nicola Vaneria, 1 su 3

–      Brolo – Salvatore Messina, 1 su 4

–      Castelmola – Antonino Orlando Russo, 2 su 3

–      Castroreale – Alessandro Portaro, 1 su 4

–      Fiumedinisi – Alessandro Rasconà, 1 su 3

–      Gaggi – Francesco Tadduni, 1 su 3

–      Gallodoro – Filippo Alfio Currenti, 1 su 3

–      Gioiosa Marea – Eduardo Spinella, 2 su 4

–      Letojanni – Alessandro Costa, 2 su 4

–      Librizzi – Renato Cilona, 1 su 4

–      Lipari – Marco Giorgianni, 2 su 4

–      Longi – Alessandro Lazzara, 0 su 3, giunta tutta al maschile

–      Mazzarrà Sant’Andrea – Salvatore Bucolo, 1 su 3

–      Merì – Felice Borghese, 1 su 4

–      Montalbano Elicona – Filippo Taranto, 1 su 4

–      Nizza di Sicilia – Giuseppe Salvatore Antonio Di Tommaso, 1 su 3

–      Novara di Sicilia – Girolamo Bertolami, 1 su 4

–      Pagliara – Domenico Santi Prestipino, 1 su 4

–      Roccavaldina – Antonino Di Stefano, 1 su 3

–      Rodi Milici – Filippo Carmelo Torre, 0 su 2, giunta tutta al maschile

–      San Pier Niceto – Luigi Pietro Calderone, 1 su 3

–      Saponara – Nicola Venuto, 0 su 4, giunta tutta al maschile

–      Venetico – Francesco Rizzo, 1 su 4

Come dati conclusivi di questa mia analisi posso dire che nelle 22 giunte rette da sindaci non c’è nessuna vice sindaca donna e ci sono, invece, purtroppo, 3 giunte tutte al maschile, Longi, Rodi Milici e Saponara, senza alcuna donna tra gli assessori.

Tra le 9 rette da sindache colpisce negativamente il dato di Piraino in cui non c’è alcuna donna tra gli assessori.