Daniela correttrice di bozze…anche in siciliano!

siculiana1

Tanto per non farmi mancare niente ma, soprattutto, per appagare una delle mie due anime, quella siciliana, sto dando vita a un nuovo progetto che mi dà grande gioia e divertimento, tutto via mail e telefono…ve lo racconto…

Qualche mese fa è “apparsa” in questo nostro salotto culturale online una nuova amica siculo-belga, Enza Doria, che mi aveva trovato casualmente girellando sul web e aveva deciso di contattarmi subito al telefono per fare amicizia…

Ha iniziato poi a mandarmi alcune sue poesie in lingua italiana che le ho pubblicato creandole anche un angolo come ho fatto, e faccio, a tante altre amiche…

Nel frattempo, ogni tanto, me ne mandava qualcuna nella sua “vera” lingua, quella siciliana, nello specifico in agrigentino, sua zona d’origine mai dimenticata nonostante viva e lavori vicino a Liegi in Belgio da tanti anni…

Quando mi ha espresso il suo desiderio di raccogliere in un libro le sue creazioni poetiche e ha chiesto il mio parere da “esperta” del settore le ho subito risposto, con sincerità, che secondo me era meglio che nel libro trovassero spazio “solo” i suoi brani in siciliano che spaziano dai ricordi agli aforismi, dalle storielle alle ricette perché lì c’è la “vera” Enza, la sua anima…

Ha accettato il mio consiglio e da quel giorno ha iniziato a “inondarmi” di tantissime mail piene di “sicilianitudine” che sto strutturando in capitoli e che mi sto divertendo, appunto, a correggere: la fiorentina Daniela che conosce così bene la lingua sicula, e addirittura l’agrigentino, da essere in grado di trovare e aggiustare il benché minimo apostrofo…

Mentre leggo i brani che mi manda Enza mi tornano in mente alcune parti del testo dell’ultimo musical del grande agrigentino Tony Cucchiara, “Troglostory”, (da me applaudito e recensito in più occasioni), tutto scritto nella stessa lingua di Enza, e sorrido notando le identiche parole usate da entrambi…