Se puoi (terremoto) di Lady P

terremoto

Perché ci tremi

astruso cuore di giada

e inietti angoscia

nei cuori veri del mondo

perché

quei rami elettrici tuoi

ad estirpare la vita

in quegli istanti del mai

non aver rabbia

contro gli umani pensieri

‘chè siamo fragili

quanto un pianeta che sbuffa

assurdamente attaccati

a quel giaciglio di mura

sudate attese aggrappate

pagate con l’esistenza

di un improvviso non era

e adesso siamo più noi

che passa

nelle vertigini tue

nel sangue vivo e vivente

di quel tuo cuore di terra

e chilometriche grida

nel più profondo sarai

guarda

più attentamente ti prego

la mira della vendetta

le iniquie soglie del male

non troverai nelle mura

o in campi arati di gioia

ed incessante lavoro

osserva

e se poi devi colpire

fallo mirando nei cuori

Falli tremare,

se puoi