“Il cigno” di Santina Gullotto

A Cinzia la seconda dei miei figli, creatura dolce
e delicata, silenziosa e prorompente; come un cigno oltre amata va protetta.

1185634_622931197728558_1469038530_n

Sinuoso e placido,

sull’ acqua dello stagno

del silenzioso giardino

lasci la tua scia…

Che subito sparisce.

Nulla e tutto ti ferisce.

Candido etereo…

Il tuo lungo collo

s’ inebria nell’ aria

fresca e trasparente…

Nella nebbia della vita

non ti confondere,

vera come sei…

dolce resterai…