“Tramonto” di Lady P

1006098_459299080867794_380786050_n

Ho ancora vita da mordere

e sole da leccare quando è rosso

a promettere mani lungo i fianchi

per addentrarsi

in quel confine oscuro,

e rivoli di luce ad umettare

la sbavatura di quel rosa antico,

quasi ammiccando

alle mie labbra rosse

nel filo impercettibile del buio

che non è ancora

Ho ancora mani da muovere

affusolate da graffiare il cielo

e stringerlo da fargli quasi male

quando si fa lenzuolo trapuntato

per tirarmelo un poco sulle spalle

in malizioso vezzo di pudìca

Ho ancora rughe da vivere

talmente fresche da scrosciare l’anima

ruscelli vuoti pronti per accogliere

dei sensi traboccanti i miei umori.