“La fontanella della mia strada” di Santina Gullotto

imagesCAINSIXK

La fontanella scrosciava, scrosciava,

nelle calde notti d’ estate,

quando le porte dei balconi si lasciavano aperte,

perché entrasse l’aria fresca e pulita…

Lo zampillio dell’acqua della fontanella

che nelle notti d’ estate rompeva il silenzio,

sapeva di pace e di sicurezza,

sapeva di sana vita che passa,

nella calma dei tempi andati…

Erano allora gli anni cinquanta,

com’erano belli gli anni passati,

il ricordo di un tempo felice,

di un tempo che non ritorna….

Ogni giorno nella fontanella

si giocava con gli schizzi d’acqua,

ci si bagnava e poi si asciugava,

con quel sole che allora brillava…

Quel sole brillava di limpida luce,

nell’aria trasparente e cristallina…

E, la fontanella scrosciava, scrosciava,

nel silenzio della mia strada….