Accadde…oggi: nel 1908 nasce Paola Ojetti

Paolaojetti

https://it.wikipedia.org/wiki/Paola_Ojetti

https://ilcalendariodelledonne.wordpress.com/le-donne-nate-a-firenze-women-born-in-florence/

Paola Ojetti (Firenze, 7 novembre 1908Firenze, 31 agosto 1978) è stata una sceneggiatrice, traduttrice e critica cinematografica italiana.

Biografia

Figlia di Ugo Ojetti, si trasferisce a Roma e iniziò a collaborare dal 1938 con la rivista Film diretta da Mino Doletti, per la quale tiene una rubrica di critica cinematografica. Abbastanza intensa la sua attività di sceneggiatrice e adattatrice dei dialoghi italiani di pellicole straniere; dal 1943 collaborò ad oltre venti film e raggiunse le punte più notevoli in quello d’esordio, Nessuno torna indietro diretto da Alessandro Blasetti e in Art. 519 codice penale di Leonardo Cortese. Chiuse la carriera con un originale televisivo diretto nel 1967 da Vittorio Cottafavi. Ma è soprattutto ricordata per la sua attività di traduttrice, portata avanti dal dopoguerra immediato e fino alla fine degli anni sessanta, dapprima per la Mondadori, poi per la Feltrinelli: tradusse opere importanti di William Shakespeare, Alexandre Dumas, George Bernard Shaw, William Faulkner, Saul Bellow, Karen Blixen e Aldous Huxley.

Conosciuta anche come Paola Ojetti Zamattio (dal cognome del marito), ebbe un figlio, Paolo Zamattio, che farà un’unica apparizione cinematografica come semplice comparsa nel film I sovversivi dei fratelli Taviani nel 1967. Dopo la morte della madre, avvenuta nel 1970, rientra in pianta stabile a Firenze (in Via de’ Bardi, a due passi dal Ponte Vecchio) dove rimarrà fino alla morte avvenuta all’età di 69 anni. L’anno precedente fece un’apparizione (un semplice cameo come attrice) in un film diretto da Lina Wertmuller. Dopo la sua scomparsa, il suo fondo bibliotecario venne donato insieme a quello paterno presso il Gabinetto Vieusseux della sua città natale.

Filmografia

 

Annunci