Accadde…oggi: nel 1924 nasce Maria Teresa Regard

maria-teresa-regard329

https://ilcalendariodelledonne.wordpress.com/le-donne-nate-a-roma-women-born-in-rome/

Maria Teresa Regard (Roma, 16 gennaio 1924Roma, 21 febbraio 2000) è stata una partigiana e scrittrice italiana.

Nata a Roma da famiglia ginevrina, Maria Teresa Regard passò l’infanzia a Napoli, dove, a soli sedici anni, scoprì l’impegno politico avvicinandosi a un gruppo trotzkista[1]. Rientrata a Roma, studiò al Liceo ginnasio statale Terenzio Mamiani dove conobbe Marisa Musu e Adele Maria Jemolo. Nel 1941 entrò in contatto con Antonello Trombadori e si iscrisse al Partito comunista italiano.

Nei 45 giorni di Badoglio costituì una sezione del partito in via della Scala, a Trastevere. Il 10 settembre 1943 ha partecipato agli scontri di Porta San Paolo, come portaordini e dispensatrice del rancio e dell’acqua ai combattenti. Entrata nei G.A.P., insieme a Carla Capponi, vi conobbe il futuro marito, Franco Calamandrei.

Ha partecipato all’azione del 19 dicembre 1943 contro il comando tedesco all’hotel Flora in Via Veneto, insieme a Calamandrei, Arminio Savioli e Ernesto Borghese, (anche se la bomba da lei lanciata non scoppiò). Il 24 gennaio 1944, Maria Teresa Regard, insieme a Guglielmo Blasi, entrambi vestiti da tedeschi, lasciarono una borsa con bomba al posto di ristoro dei soldati tedeschi alla stazione Termini causando la morte di tre ufficiali tedeschi e il ferimento di altri 19 circa[2]. Dopo tali azioni venne promossa al grado di tenente.

Sei giorni dopo fu arrestata in casa di Gioacchino Gesmundo, ove si era recata per procurarsi chiodi a tre punte per il sabotaggio dei mezzi tedeschi. Portata a Via Tasso, fu interrogata e, in seguito, rilasciata, in quanto il gappista Giorgio Labò, arrestato in precedenza e, pur sottoposto a tortura, dichiarò di non conoscerla.

Il 23 marzo 1944, Calamandrei partecipò e diresse, insieme a Carlo Salinari, l’azione di guerra contro Battaglione Bozen in Via Rasella: Maria Teresa Regard non vi partecipò, ritenendo sbagliata la localizzazione dell’azione di guerra]. Dopo la liberazione di Roma, il 13 giugno 1944, ha sposato Franco Calamandrei.

Successivamente divenne corrispondente per il Nuovo Corriere, a Londra. Nel 1954, insieme al marito – corrispondente de L’Unità – ha seguito come corrispondente la guerra franco-vietnamita per Vie Nuove e Noi Donne, entrando con le truppe comuniste a Dien Bien Phu e ad Hanoi appena liberate; successivamente furono entrambi in Tibet (1954-55) e in Cina (1953-1956), dove nacque la figlia Gemma.

Nel 1999 è stata sentita come testimone al processo Priebke.

da WIKIPEDIA

http://www.iodonna.it/personaggi/interviste/2012/vite-straordinarie-maria-teresa-regard-40940617478.shtml

Annunci