“Lettera a Karol” di Marilena Viola

 (28/2/2011) dal volume di poesie “Il colore viola”

images

A quel tempo Karol
la vita tutt’intorno bruciava;
cadevano a pezzi cose e persone
travolte dal vento dell’odio.

Nella terra del cuore veniva intanto riposto un seme.

Amicizia e cultura
fame e paura a Cracovia a quel tempo;
i piedi gelidi e una preghiera
unica tua forza e torre insieme.

Nella terra del cuore veniva intanto riposto un seme.

Eppure,negli spazi d’amore,
cantavi e giocavi con la vita
come solo i giovani sanno fare.

Nella terra del cuore germogliava intanto un seme.

Solitudine,confusione,
unico padre Dio,
a cui ti affidavi fiducioso,tenace.
E fu linfa del tuo piccolo seme.

Nella terra del tuo cuore Karol
era cresciuto l’albero della fede!

Annunci