“Scrigno” di Antonella Ruggiero

12246989_219207841744539_4737884813768526895_n

IN UNO SCRIGNO DI LEGNO SEMPLICE ,COLOR MIELE AMBRATO,
CUSTODIVO I MIEI PENSIERI.
OGNI TANTO APRIVO ,LI CONTROLLAVO UNO AD UNO , LI SISTEMAVO
IN SERIE , ALCUNI LI LECCAVO TANTO ERANO DOLCI E ZUCCHERATI.
ALTRI MI COCCOLAVANO NELLE NOTTI SENZA LUNA , QUANDO A
COPRIRE IL RESPIRO SOLO IL MIAGOLIO SGARBATO DI GATTI IN AMORE.
UN GIORNO UN PO ‘PER FRETTA , UN PO PER DISTRAZIONE ,NE SFUGGÌ
QUALCUNO ,CERCAI DI PRENDERLI IN VOLO , MA UNA IMPETUOSA
FOLATA DI BORA ME LI RUBÒ!
UNO CERCÒ RIPARO INTRUFOLANDOSI IN UNA MELODIA DI ARPE E
VIOLINI ,MA IL MALCAPITATO ERA STONATO ,FU SUBITO SCOPERTO
SCACCIATO PERCHÉ POCO GRADITO .
L ALTRO SI TRASFORMO ‘ IN RAGGIO DI SOLE , MA SBAGLIO’ DIREZIONE ,
CAPITÒ NELL INVERNO PIÙ FREDDO E CUPO , IL GELO GLI SPENSE LUCE
E CALORE .
IL TERZO DECISE DI FARSI CRESCERE LE ALI ..VOLARE..ERA SEMPRE
STATO IL SUO SOGNO .
SI DIPINSE CON I COLORI PIÙ BELLI AL MONDO ,IL ROSSO IL VERDE ,
IL ROSA E IL BLU ,COME FARFALLA SPICCO ‘ Il VOLO.
FU BELLO VOLARE ,FARE LE CAPRIOLE IN QUEL CIELO ,SUGGERE
POLLINE DAI FIORI ,MA DA LI A POCO PIOVVE GRANDINE TAGLIENTE
E LE TARPO’ LE ALI , CADDE COME CRISALIDE IN UN PANTANO E LI AFFOGO’.
IL QUARTO ,IMPAURITO POVERINO SI NASCOSE SULLA FRONTE
NELLA RIGA DEI CAPELLI ..ASPETTO’ IL MOMENTO GIUSTO,
QUANDO ARRIVÒ LA NOTTE ..LENTAMENTE SCIVOLO’ , CONFICCANDOSI
NEL CUORE .
CI RESTO PER SEMPRE A DISPETTO DEL DOLORE !..

Annunci