Pensiero del 29 maggio di Omraam Mikhaël Aïvanhov

aivanhov

“Impegnandovi sul cammino della vera evoluzione, voi siete simili al viaggiatore che passa una frontiera. Dato che trasportate con voi ogni sorta di bagagli disparati che avete accumulato da millenni, venite fermati da alcuni doganieri che vi dicono: «Amico mio, il cammino è lungo e aspro, e gli oggetti di cui ti sei caricato sono ingombranti, inutili e persino nocivi. Devi lasciarli qui». E vi costringono a sbarazzarvi di tutto ciò che è pesante, oscuro, e che vi impedisce di vibrare all’unisono con la purezza e la luce che volete raggiungere.
Questo passaggio della frontiera non è facile, poiché rinunciare è sempre doloroso. Ma dato che voi desiderate elevarvi, dovete accettarne il prezzo. Perseverate, e ben presto passerete per un’altra dogana, la frontiera di un’altra regione, fino a quando arriverete completamente liberi in quella contrada celeste dove vi fonderete con la Sorgente della vita eterna.”

Annunci