Pensiero del 18 dicembre di Omraam Mikhaël Aïvanhov

842e77ca307d6d231cde0d1736e2d184

« “Ridere” non significa necessariamente essere noncuranti, superficiali e mancare di serietà. Il fatto di ridere può agire sul mentale in modo più benefico di quell’aria grave che molti credono essere la caratteristica del saggio. Sì, perché nella risata ci sono energie vive che nutrono il cervello.
Ridere permette anche di risollevarsi, di riprendere quota. È vero, nella vita di ciascuno si verificano avvenimenti che da principio non invitano certo a ridere, ed è normale cominciare con l’esserne turbati o rattristati; ma è più facile non lasciarsi abbattere se si è abituati a vedere il lato comico di certe situazioni,. Allora, non privatevi mai di quel mezzo potente che è la risata per mantenere il vostro equilibrio interiore e rendere la vostra esistenza più leggera. Il fatto che abbiamo dei motivi per essere contrariati, tristi o scoraggiati non significa che si debba accettare di rimanere in quello stato.  »

Annunci