accadde…oggi: nel 1944 muore Christa Winsloe

Con la sua opera teatrale “Ieri ed oggi” (considerata il primo dramma della Repubblica di Weimar ad affrontare l’omosessualità femminile, ma destinata, nel corso degli anni, a cambiare nome per esigenze commerciali) Christa Winsloe divenne celebre non solo in Germania ma anche in Europa. Soprattutto quando il cinema decise di farne un film per il grande schermo. Ribattezzato “Ragazze in uniforme”, la pellicola ottenne un notevole successo, anche se la storia che originariamente raccontava l’amore omosessuale di una giovane studentessa per la propria insegnante fu in parte rivista e corretta. Il finale diluito. L’amore trasformato in un’infatuazione giovanile per una figura più adulta e matura.

In ogni caso sulla scia del successo del dramma teatrale, la Winsloe si trasferì a Berlino dove il mondo omosessuale si concentrava in un sottobosco fertile, dando vita ad un subcultura ricca di fermenti artistici. Apertamente lesbica, la Winsloe che nel frattempo si era separata dal ricco marito, il barone ungherese Ludwig Hatvany, si legò prima alla giornalista americana Dorothy Thompson ( a lei il merito di avere scritto per prima sui pericoli del partito nazista), poi, una volta che il rapporto si ruppe a causa del matrimonio di quest’ultima con il Premio Nobel Sinclair Lewis, con la scrittrice svizzera Simone Gentet.

Un rapporto il loro destinato ad una fine tragica. Trasferitesi in Francia, le due donne, anti-naziste convinte e attive nella resistenza francese, vennero infatti uccise da quattro uomini che le avevano erroneamente scambiate per spie tedesche. Le circostanze della loro morte tuttavia non furono mai chiarite del tutto.

http://www.queerblog.it/post/112493/christa-winsloe-scrittrice-di-fama-e-tragica-eroina-della-resistenza-francese

https://ilcalendariodelledonne.wordpress.com/2017/06/01/not-italian-women-died-in-june/

https://it.wikipedia.org/wiki/Christa_Winsloe

Annunci