La scommessa, di Antonella Sacco, recensione di Daniela Domenici

 

Sono passati solo 40 giorni dalla mia più recente recensione a una sua opera, la settima

https://danielaedintorni.com/2017/05/31/chiedi-scusa-di-antonella-sacco-recensione-di-daniela-domenici/

e ho il piacere di tornare da lei per parlarvi di un’altra “La scommessa” che ho divorato in un soffio, la cui lettura ho concluso pochi minuti fa e sulla quale sento il desiderio di scrivere subito qualcosa a caldo.

Questa volta l’autrice ha immaginato una storia la cui protagonista è Asia, una giovane esperta in campo informatico, che gestisce un’azienda insieme al suo amatissimo gemello Adriano e che si trasformerà, per necessità, in una specie di detective alquanto sui generis riuscendo nell’intento di scoprire un qualcosa che stava danneggiando la loro impresa.

La scrittrice riesce, grazie a dialoghi dal ritmo veloce e scoppiettante, a descrivere la psicologia dei principali protagonisti che sono oltre ad Asia e Adriano, Claudio e Giorgio, due nuovi colleghi che si troveranno a interagire, in modi, per finalità e con esiti diversi, con Asia.

Sacco mi ha ormai piacevolmente abituato alla varietà delle sue opere ma, soprattutto, al suo stile narrativo sul quale, anche se non amo la ripetitività, voglio tornare ancora una volta per tributarle i miei complimenti più calorosi e sentiti: avvincente e appassionante come una storia d’amore condita con un po’ di giallo e tanta ironia.

 

 

Annunci