accadde…oggi: nel 1886 nasce Lucilla Calfus Antonelli

Lucilla Calfus nasce a Milano il 10 ottobre 1886 da Luigi Calfus, garibaldino e patriota e Ada Oldini, aristocratica. Ha diversi fratelli e sorelle. Studia in collegio a Venezia e poi alla Guastalla di Monza, celebre convitto. Frequenta corsi di pedagogia e filosofia a Pavia. Ha viva attitudine alla musica e alla recitazione. Giovanissima sposa il commediografo e letterato Luigi Antonelli (1882-1942), artista inizialmente senza soldi, il che la spinge verso l’impegno letterario. Il marito otterrà il giusto successo solo più avanti.
Lucilla esordisce sulla rivista La Donna, pubblica poi sulla rivista de La Tribuna ed altre testate.

Nel 1920 la raccolta di novelle Il metro, le forbici e l’amore suscita consensi di critica, compreso l’encomio di Ada Negri.  Con Il prezzo della gioia su La Domenica del Corriere si fa definitivamente notare.

Amica di Grazia Deledda, pubblica sulle riviste della Vallardi e su La Lettura, rivista del Corriere della Sera. Scrive anche commedie (una ventina) alcune delle quali vengono rappresentate sia in Italia sia in Amercia, dalle compagnie di Dario Niccodemi e Luigi Carini. Le più note sono La via cieca, che viene rappresentata all’Odeon di Buenos Ayres e a Montevideo e in Italia dalla compagnia Carini-Gleck-Falconi-Pilotto, Il figlio di carta, nata dal romanzo Le vedove, Savi in manicomio.
Dal 1930 trasmette alla radio la rubrica intitolata “cantuccio dei bambini” , trasformata nel 1938 in “Camerata dei Balilla e delle Piccole Italiane”. Scrive romanzi, tra i quali Tuo marito per il quale ha l’onore di essere ricevuta a corte da S.M. la Regina, Paradiso delle rose, L’uomo senza nome. Scrive anche racconti per bambini, e per la casa editrice Corbaccio dirige una collana per l’infanzia, chiamata in suo onore “Lucilla”. Per l’Istituto Editoriale Italiano traduce dal francese Gil Blas di Santillane (1927). Inoltre compone piccole commedie per bambini. Fa parte dell’”Academia Latinitatis Excolendae” e dell’Accademia Filologica Italiana; è consigliera O.N.A.S., socia per chiara fama della S.I.A.E., conferenziera; medaglia d’oro della città di Milano, medaglia d’oro del giornalismo, vincitrice di due premi di cultura della Presidenza del Consiglio. Autrice di 23 romanzi per adulti, 16 romanzi per ragazzi, e poi di novelle, libri di saggistica, e perfino di alcune commedie.

https://donneitalianeblog.wordpress.com/antonelli-calfus-lucilla/

Annunci