accadde…oggi: nel 1908 nasce Rina Morelli

“La più grande di tutte… In lei si accentrano le qualità dell’artista del teatro, di una sensibilità e di una intelligenza più che moderne… una fonte inesauribile di possibilità, umile e modesta per di più: un mostro sacro del teatro contemporaneo”.

Questa è la descrizione che il regista Luchino Visconti fa della Morelli.
Piccola, timida, fragile e aggraziata, malinconica e ironica, Rina Morelli, proveniente da una rispettabilissima famiglia di attori, cominciò la sua lunga e prolifica carriera con la creazione della compagnia del Teatro Eliseo di Roma, in cui entrò a fianco di Andreina Pagnani, Carlo Ninchi, Gino Cervi e Paolo Stoppa. Subito dopo la seconda guerra mondiale inaugurò con Paolo Stoppa, compagno sulle scene e nella vita, e Luchino Visconti, quel sodalizio artistico che in oltre dieci anni ha contribuito a maturare la fisionomia dello spettacolo italiano.
Fra le sue migliori interpretazioni, quelle di
Tre sorelle e Zio Vanja di Checov, di Zoo di vetro e Un tram che si chiama desiderio di Tennessee Williams, di Morte di un commesso viaggiatore e Uno sguardo sul ponte di Arthur Miller.
Entrata nel 1965 a far parte del
Teatro Stabile di Roma la Morelli ha svolto anche una positiva attività cinematografica ( Senso, 1954; Il bell’Antonio, 1960; Il Gattopardo, 1963), televisiva (prese parte a numerosi sceneggiati soprattutto al fianco di Paolo Stoppa,
come Vita col padre e con la madre, 1960; Questa sera parla Mack Twain, 1965;
I Buddenbrock, 1971; Le sorelle Materassi, 1972) e radiofonica ( Gran varietà, 1969).

http://www.musicalstore.it/Valentina%202/biografie%20attori/biografia%20Rina%20Morelli.htm

https://it.wikipedia.org/wiki/Rina_Morelli

Annunci