accadde…oggi: nel 1839 nasce Josephine Cochrane, l’inventrice della lavastoviglie

Josephine Garis Cochrane, nata l’8 marzo 1839 e morta il 3 agosto 1913, ha creato la prima pratica lavastoviglie meccanica nel 1886 a Shelbyville nell’Illinois sebbene un brevetto per una lavatrice fosse stato concesso a Joel Houghton nel 1850.

Cochrane era una donna ricca che ospitava frequenti feste con cena. Non lavava i piatti da sola perché aveva delle cameriere che lo facevano al posto suo ma voleva una macchina che potesse fare il lavoro più velocemente senza scheggiare alcun piatto. Nessuno aveva inventato una macchina simile e così la costruì lei. Si tramanda che abbia dichiarato: “se nessun altro ha intenzione di inventare una lavastoviglie, lo farò io da sola!”.

Prima misurò i piatti. Poi costruì degli scompartimenti “wire compartments”, ognuno specificatamente destinato a piatti, tazze o piattini. Gli scompartimenti erano posti dentro una ruota che stava sdraiata dentro un “boiler” di rame. Un motore faceva girare la ruota mentre l’acqua calda saponata schizzava verso l’alto dal fondo del boiler e pioveva giù sui piatti. Le sue amiche furono molto impressionate e le fecero costruire le lavastoviglie per loro che chiamarono “Cochrane Dishwater”.

L’invenzione si diffuse e presto Cochrane ricevette ordini per la sua lavastoviglie da ristoranti e alberghi. La brevettò e cominciò a produrla. Mostrò la sua invenzione alla World’s Columbian Exposition a Chicago nel 1893 e vines il primo premio per la “best mechanical construction, durability and adaptation to its line of work”.

Dette vita alla Garis-Cochran Manufacturing Company che divenne parte della KitchenAid, a sua volta poi parte della Whirlpool.

http://en.wikipedia.org/wiki/Josephine_Cochrane

Annunci