Chrysta Bell a Roma per il Festival delle Scienze, di Daniele Zennaro

http://www.impagine.it/eventi/chrysta-bell-a-roma-per-il-festival-delle-scienze/

Il prossimo 21 aprile all’Auditorium Parco della Musica (sala Sinopoli) ci sarà Chrysta Bell in concerto, in una delle serate del National Geographic Festival della Scienza, che si terrà all’interno della struttura dal 16 al 22 (con celebrazione dell’Earth Day nella sua data finale). Come solista, il suo è un nome che ancora deve emergere, ma gli amanti del cinema (in particolar modo se legato alla musica) l’avranno già incontrata in precedenza. L’artista texana è nota soprattutto per le sue collaborazioni con David Lynch: il loro primo incontro ha avuto luogo nel 1999, quando l’agente della CAA (Creative Artists Agency) Brian Loucks le fece conoscere il regista, il quale rimase subito molto colpito dalla sua voce. La prima canzone che compongono insieme è Polish Poems, che troviamo negli ultimi minuti del suo film Inland Empire, uscito lo stesso anno. Chiunque conosca Lynch sa bene quanto la componente musicale sia importante per i suoi film: le colonne sonore di Strade Perdutee Twin Peaks, ad opera di Angelo Badalamenti, hanno spianato la strada a quello che molti oggi descrivono come dark jazzper il suo suono oscuro ma molto raffinato (etichetta che poi è divenuta un vero e proprio genere grazie a nomi come The Kilimanjaro Darkjazz Ensemble e Bohren Und Der Club Of Gore, ma che legata alle sue composizioni risulta riduttiva e forse anche impropria). Quando nel 2006 il regista decide di abbandonare il cinema e inizia a mettersi in gioco come musicista, trova in Chrysta Bell una sua musa personale. I due collaborano insieme per il disco This Train(con canzoni scritte a quattro mani), prodotto da Lynch, e per l’ep Somewhere In The Nowhere. Nel 2017 esce il suo primo disco solista, We Dissolve, che in parte riprende le atmosfere cupe e misteriose di questi lavori arricchendole con un tocco più pop e molto più personale.

Questa data fa parte di un tour europeo che la cantante sta facendo per promuovere il suo ultimo ep omonimo, del quale non si conoscono molti dettagli, fatta eccezione per il singolo Undertow.

Se la sua musica vi è di gradimento, vi segnaliamo anche le date italiane degli A Place To Bury Strangers. La band shoegaze (trai gruppi migliori del genere emersi negli ultimi 10 anni) sarà il 20 aprile al Benicio a Giavera di Montello (TV), il 21 a Bologna al Freakout e il 22 a Torino allo Spazio 211. Sarà un’ottima occasione per sentire dal vivo i classici della band e i nuovi brani estratti dall’ultimo Pinned, uscito quest’anno per Dead Oceans.

Annunci