Annunci

Archivio Mensile: maggio, 2018

il tempio dell’amore, di Adele Libero

Il tempio dell’amore era un giardino, ammantato di rose e violacciocche, tu mi stringevi con le braccia forti e io mi sentivo sempre tua regina. Il viale dei ricordi si stagliava con i… Continua a leggere

Vota:

La tazzina di caffè, con le doppie, di Daniela Domenici

La taZZina di caFFè al maTTino è, per me, un oTTimo aBBraCCio, una perfeTTa careZZa, per le mie papiLLe, prima di iMMergermi neLLe iNNumerevoli aTTività…

Vota:

accadde…oggi: nel 1921 nasce Alida Valli, di Mariateresa Fumagalli e Lia Del Corno

http://www.enciclopediadelledonne.it/biografie/alida-valli/ Pola 1921 – Roma 2006 «Ma l’amore no, l’amore mio non può…» È la canzone più trasmessa dall’EIAR (Ente italiano audizioni radiofoniche, la Rai di allora) dal 1942 al ’45, cantata dalle… Continua a leggere

Vota:

accadde…oggi: nel 1909 nasce Nenne Sanguineti Poggi

http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2009/09/19/AMM6eHwC-sanguineti_mostra_nenne.shtml È la “ragazza” che attraversò il «secolo breve». Se fosse uno dei suoi splendidi quadri, Nenne Sanguineti Poggi rimarrebbe cristallizzata così nella luce della descrizione. Soltanto l’anagrafe dice che il suo cammino… Continua a leggere

Vota:

Fischiettii e cinguettii, breve composizione con le doppie, di Daniela Domenici

aLLegri fischieTTii e cingueTTii aCColgono il maTTino che si sveglia riNNovato daLLa noTTe che si è aPPena aDDormentata…

Vota:

30 maggio: santa Giovanna d’Arco, in rima baciata e alternata, di Daniela Domenici

Oggi di Giovanna d’Arco è la festa che dell’esercito francese si mise in testa alla giovane età di tredici anni per salvare la Francia dall’inglese giogo e morì a soli diciannove anni per… Continua a leggere

Vota:

Solitudine, silenzio, di Giusy Monti Domenici

Solitudine, silenzio presenze costanti non evocate arbitraria esclusione dal mondo già non amico silente rifiuto dittatura della morte

Vota:

haiku dell’arcobaleno di gioia, di Daniela Domenici

invisibile arcobaleno di gioia splende dentro me

Vota:

‘A casa, di Adele Libero

Quanta felicità tenive ajere, pe’ stanze tu currive zumpettianno, po’ ti pigliava ‘a voglia ‘e panorama… e ascive allera fore a ‘stu balcone. E ciure dint’’e teste, gentilmente, criscevano e spannevano prufumo, tutte… Continua a leggere

Vota: