accadde…oggi: nel 1910 nasce Jacqueline Lamba, di Eleonora Santonocito

http://www.artsblog.it/post/26925/jacqueline-lamba-la-pittrice-e-ballerina-acquatica-che-sposo-andre-breton

https://it.wikipedia.org/wiki/Jacqueline_Lamba

Famoso l’amore tra Modigliani e Jeanne Hèbuterne, tra Diego Rivera e Frida Kalho (in questi giorni un omaggio all’Istituto Cervantes di Roma), tra Picasso e Dora Maar, tra Tinguely e Niki de Saint Phalle. Non meno famoso quello tra la pittrice Jacqueline Lamba e il surrealista Andrè Breton. I versi della raccolta L’Air De l’Eau del 1934 sono tutti dedicati a lei, Jacko (come la chiamava il padre per il forte desiderio di avere un maschio) che lavorava anche come ballerina acrobatica nuotando nuda in un acquario.

Il loro primo incontro avvenne platonicamente tra quelle righe appassionate, culminando nel matrimonio il 14 Agosto del 1934. Due grandi artisti per testimoni Alberto Giacometti e il poeta Paul Eluard. Breton ormai al terzo matrimonio, lasciava un pò alle spalle per questo “amore folle” il clima di estrema tensione che serpeggiava in quegli anni nel movimento surrealista, sempre più intrecciato agli episodi di politica.

Probabilmente con Breton si sarà ritrovata a vivere un amore con tutti i crismi del sogno,ma frantumatosi forse per eccesso di realtà, di Hare avrà invece amato la libertà, facendosi trasportare dalla sua aria da buon selvaggio, scapigliato e distratto. Certo è che la francese Jacqueline Lamba trasforma in fonte d’ispirazione ogni amicizia o amore, riflettendolo nella sua pittura: surrealista prima, metafisica poi, dal 1946, quando incontra il secondo marito: lo scultore David Hare, con il quale intraprende un affascinante viaggio tra le terre dell’Ovest Americano.

Morta nel 1993 per una malattia, la sua vita è stata un omaggio all’arte, tant’è che disse ad un amico all’età di 63 anni: “Se si sente che io non dipingo più è perché sono morta”.

Annunci