accadde…oggi: nel 1840 nasce Marie Bracquemond, di Mariafrancesca Carnevale

http://www.aletes.it/marie-bracquemond/

Marie Bracquemond, all’anagrafe Marie Anne Caroline Quivoron (Argenton-en-Landunvez, 1 Dicembre 1840 – Parigi, 17 Gennaio, 1916) è stata una pittrice di origine francese annoverata nel famoso gruppo dei pittori Impressionisti.

Invero, Marie Bracquemond è una delle poche donne artiste che si avvicina alla pittura impressionista, ma a differenza delle sue colleghe come Berthe Morisot, Mary Cassatt e anche Eva Gonzalès fà molta più fatica ad affermarsi, e la sua figura è rimasta sempre a metà strada tra il buio e la luce.

Nonostante il suo talento viene molto molto apprezzato dal pittore Jean Auguste-Dominique Ingres (in quel periodo all’apice del successo e della fama), il suo più grande oppositore è proprio il marito Félix Bracquemond, pittore e incisore francese, molto più vicino a canoni pittorici tradizionali. Questi tenta in tutti i modi di allontanare Marie Bracquemond dalla pittura impressionista, ne disprezza sovente lo stile, critica l’uso del colore, e addirittura rifiuta di mostrare i quadri della moglie ai vari ospiti.

Ciò rappresenta un ostacolo in più per l’avvio della carriera artistica di Marie in un’epoca contrassegnata dalla predominante presenza maschile nel campo delle arti in generale.

Marie Bracquemond accoglie e fà propri lo stile e la tecnica dell’ en plein air tanto cara agli impressionisti (molte delle sue opere vengono, infatti, dipinte nel giardino della sua casa di Sèvres). E’ una grande ammiratrice di Claude Monet,  Edgar Degas e, più tardi, Paul Gauguin e partecipa alle mostre degli impressionisti negli anni 1879, 1880 e 1886.

Ma in seguito la mancanza di riconoscimenti e di approvazione soprattutto da parte del marito provocano nel suo animo sconforto e scoramento ed è così che nel 1890 Marie Bracquemond abbandona la pittura. Tuttavia rimane una delle donne – pittrici impressioniste di grande interesse culturale e artistico.

Marie Bracquemond muore a Parigi il 17 gennaio 1916.

Annunci