il canto delle sirene, in rima baciata, di Monica Castiglione

Narrano che nel suo lungo viaggio
Ulisse, eroe molto saggio,
Si trovò a dover incontrare
Delle creature che sapevano ammaliare
Anche il navigante più coraggioso
Col loro canto dolce, ma pericoloso!
Nessuno a resistergli riesce
Metà donne e metà pesce
Sirene sono chiamate
E da tutti con paura evitate!
Ulisse che conosceva il loro inganno
Non volendo ai compagni recar danno
Con la cera le orecchie gli tappò
E nessuno il loro canto ascoltò,
Ma lui che era molto curioso,
Volendo ascoltare quel canto armonioso,
Decise di farsi legare
Così le sirene riuscì ad ascoltare:
Quelle lo chiamavano a se’
Ma Ulisse resistette, sai perché?
I compagni vedendolo dimenarsi,
Perché dalle funi voleva slegarsi,
I nodi strinsero più forte
Salvandolo così da una brutta sorte!
Questo racconto insegna certamente
Che la curiosità allarga la mente
Ma di una cosa non deve mai far senza
Ed è certamente la prudenza!

Annunci