Accadde…oggi: nel 1909 nasce Grażyna Bacewicz, da me tradotto e rielaborato

una statua a lei dedicata a Kelsce in Polonia

https://open.spotify.com/artist/3NcNY4xIKsMItzdecOxWrB

Inizialmente considerata come una eccezionale violinista che ha composto in modo prolifico Grazyna Bacewicz a un certo punto della sua vita smise di esibirsi e iniziò a essere considerata come una delle più talentuose compositrici e la più importante compositrice polacca.

Bacewicz fu una musicista eccezionalmente dotata; da bambina studiò violino, piano e teoria in un piccolo conservatorio nella sua città natale, Lódz. In seguito andò al conservatorio di Varsavia dove nel 1932 si diplomò in violino e composizione. Si trasferì a Parigi per un anno di studio privato di violino con André Touret e di composizione con Nadia Boulanger.

A differenza di violiniste/i e compositrici/ori che preferivano nascondere le loro opere sotto falsi nomi per evitare di caricare il programma con le proprie composizioni Bacewicz trasse vantaggio dal suo status artista in tour per eseguire le sue musiche, presentando perfino la pima della sua Sonata per Piano n°2.

https://www.youtube.com/watch?v=crpHfmefxqc

Le prime composizioni di Bacewicz furono per violino o per pianoforte ma iniziando dal 1933 con il quintetto per fiati

https://www.youtube.com/watch?v=KktAwYu_CWo

il suo catalogo ai arricchì velocemente in modo variegato. All’inizio era interessata soprattutto alle forme classiche: sonate, quartetti, partite e così via. Alla fine della seconda guerra mondiale era stata affascinata dal contrappunto come si può capire ascoltando le sue quattro sinfonie e i suoi sette concerti per violino oltre alle sue due sonate per pianoforte.

Mise da parte il suo violino nel 1955 e si dedicò solo a comporre.

 

Annunci