Qualche riflessione dopo il match delle Azzurre contro le Brasiliane di Daniela Domenici

 

Le nostre Azzurre ieri sera hanno affrontato le colleghe Brasiliane dopo aver battuto prima le Australiane per 2 a 1 e poi le Giamaicane per 5 a 0.

Si sono presentate all’appuntamento in testa al girone quindi sicure di passare agli ottavi di finale mentre le Brasiliane si dovevano giocare l’ammissione con l’Australia che giocava, in contemporanea, contro la Giamaica.

Ed è stato naturale che le Brasiliane abbiano dato il tutto per tutto per batterci sperando che, nel frattempo, le notizie che arrivavano dall’altro campo fossero a loro favore.

Il loro pressing è iniziato sin da subito ma le Azzurre sono riuscite ad arginarlo abbastanza bene.

Nel secondo tempo un rigore assegnato alle Brasiliane per un fallo in area non del tutto chiaro le ha portate in vantaggio.

Le Azzurre hanno provato a reagire con la loro ormai nota bravura e compattezza di squadra ma non sono riuscite a segnare il goal del pareggio.

Sono state comunque formidabili, hanno dimostrato, ancora una volta, il professionismo che le contraddistingue unito a un profondo fairplay; il goal segnato dalle Brasiliane sul penalty non ha cambiato le sorti né delle Azzurre che hanno concluso in testa al loro girone che delle Brasiliane che non ce l’hanno fatta a passare il turno. Sarà l’Australia a proseguire questi Mondiali in terra di Francia.

Le Azzurre torneranno in campo il 25 alle 18 a Montpellier contro una squadra ancora da definire.

https://www.dols.it/2019/06/19/unitalia-sobria-che-non-vince-ma-convince/

 

 

 

Annunci