la linea del destino, di Daniela Domenici

Tanti anni fa, quando ancora abitavo ad Augusta (SR), mi sono voluta divertire a chiedere a un’amica, che si professava esperta di lettura della mano, cosa volesse dire una linea che ho netta, lunga, ininterrotta e in tutte e due le mani, questa

 

Lei mi rispose subito che è una linea talmente rara che la maggior parte delle persone o non ce l’ha del tutto o se ce l’ha è solo un pezzettino o in una mano sola, il mio caso era, ed è dato che le linee sono sempre lì, molto “speciale”, mi disse…“E’ la linea del destino, chi ce l’ha come te, così ininterrotta dal medio al polso, così profonda, così marcata e in tutte e due le mani ha un grande destino; pensa che papa Giovanna Paolo II le aveva come le tue”. Le risposi d’istinto “Sarò la nuova papessa, la prima della storia…”

Ma dato che non potrò esserlo per impedimenti indipendenti dalla mia volontà mi piace immaginare quale potrebbe essere questo grande destino che mi è stato riservato da quel Qualcuno lassù che, non importa come si chiami, mi ha mandato “in missione” su questo pianeta…

Non l’ho ancora scoperto, quando accadrà ve lo comunicherò se lo vorrete…

Annunci