accadde…oggi: nel 1841 nasce Agostina Segatori, di Mariafrancesca Carnevale

Agostina Segatori e Vincent Van Gogh

Agostina Segatori (Ancona, 9 Ottobre 1841 – Parigi, 3 Aprile 1910) è stata una famosa modella italiana posando per pittori del calibro di Edgar Degas, Édouard Manet, Jean-Léon Gérome e Vincent van Gogh, col quale ebbe una tumultuosa relazione.

Ma procediamo con ordine. Agostina Segatori è una giovane donna di origini italiane che approda nella seconda metà dell’Ottocento nella città di Parigi dove inizia a fare la modella per diversi artisti dell’epoca, come Édouard Manet e Jean-Baptiste Corot.

Ed è proprio nella capitale francese che conosce il pittore parigino Edward Dantan, col quale inizia una relazione amorosa e dalla quale nasce un figlio, Jean-Pierre, non riconosciuto da Dantan. Successivamente, nel 1887, Agostina Segatori inizia una relazione con il pittore Vincent van Gogh.

Già qualche anno prima, Agostina Segatori conclude la sua carriera di modella e nel 1885 apre un locale il Café Tamburin in boulevard de Clichy n.62, (chiamato così per i tavoli a forma di tamburello) molto frequentato da pittori, scrittori e critici d’arte. Anche Vincent van Gogh è un assiduo frequentatore del locale e non potendo pagare i pasti offre le sue opere per poter mangiare gratuitamente.

Certamente è in questo contesto culturale artistico che tra Agostina Segatori e Vincent van Gogh inizia una relazione passionale: la donna posa per lui in diverse occasioni. Inoltre al Café Tamburin, Van Gogh tramite l’aiuto di Agostina Segatori fece la sua prima esposizione parigina. Ma sembra, che il loro rapporto sia abbastanza burrascoso tanto che, qualche tempo dopo, entrambi decidono, di comune accordo, di porre fine alla loro relazione.

Negli anni successivi il Café Tamburin finisce in fallimento e viene riaperto con il nome di Cabaret de la Butte. Nel 1893 diviene il Cabaret des Quat’z’Arts.

Agostina Segatori muore a Parigi il 3 Aprile del 1910. Di lei rimangono i numerosi ritratti realizzati dagli artisti più importanti dell’Ottocento

Annunci