con il carrello quasi vuoto, composizione in rima alternata di Oumar Sallieri

Non deve essere uno scherzo

saper ricominciare

ma se della civetta senti il verso

la pagina devi saper voltare

Non sempre dietro l’angolo è in attesa

qualcuno che con te vuol camminare

Non sempre pagando la tua spesa

riesci con la cassiera a chiacchierare

La tua voce rimbomba nella stanza vuota

strisciano i tuoi passi sul selciato

non hai nel bagagliaio un’altra ruota

non importa se sai dove hai sbagliato

Nel frigorifero solo una fettina

Nel bicchiere uno spazzolino

Per il caffè solo una tazzina

Nel letto un unico grande cuscino

Nulla di tragico o di irreparabile

L’uomo sopravvive da quando è nato

E a ben guardare è persino possibile

che lo sguardo della cassiera sia cambiato