la patata Pat, fiaba di Daniela Domenici

C’era una volta una patata che si sentiva stanca di stare sempre sottoterra, era anche un po’ palliduccia, provava la necessità di prendere un po’ di colore grazie ai raggi del sole, voleva finalmente sentire qualche suono, là sotto non ce n’era nessuno, sempre e soltanto un silenzio ovattato dalla terra sopra e intorno a lei.

La nostra amica patata che viene dall’America sa parlare naturalmente inglese e vorrebbe scambiare due parole con qualcun altro/a per non dimenticarsi la sua lingua natia.

Un giorno all’improvviso un ragazzo di nome Federico si trova a passeggiare con lo zio Luigi a cui chiede

Zio, ma le patate dove vivono?

  • Federico, le patate vivono sottoterra, ora siamo proprio sopra di loro
  • Davvero? Io credevo che stessero sui cespugli come le more…ma allora poverine, stanno sempre al buio, in silenzio…posso raccoglierne una?
  • Certo, prendila pure…

E Federico con delicatezza tira fuori la nostra amica patata, le toglie un po’ di terra dalla buccia e la guarda attentamente

  • Hi, guys, my name is Pat, what’s your name?
  • Zio, ma questa patata parla…e in inglese…hi, Pat, my name is Federico and this is my uncle Luigi
  • Nice to meet you, Federico and Luigi. Mi piacerebbe stare un pochino fuori dalla terra, vedere com’è il mondo quassù, sentirne i rumori, prendere un po’ di colore…potresti gentilmente appendermi a un ramo di quel cespuglio per qualche ora così mi riscaldo un po’ e mi ossigeno? Poi, prometto, ritornerò là sotto.
  • Zio, che ne dici, facciamo questo regalo alla nostra amica Pat?
  • Va bene, Federico, dai, vediamo come si troverà in questo mondo così nuovo per lei…
  • Very kind of you, my dear Federico and Luigi, I am the happiest potato in the world, porterò laggiù il ricordo di odori, suoni e colori di quassù che mi faranno tanta compagnia…

Federico e lo zio Luigi prendono Pat e l’appoggiano delicatamente su un ramo un po’ più grande per farla stare comoda a osservare il nuovo mondo intorno a lei.

  • Ciao Pat, divertiti, ci rivediamo stasera così ci racconti…
  • Bye bye, thanks so much for this splendid gift, see you tonight…