se volete un amore fate una lista, riga rossa su tutto ciò che non vi fa stare bene, di Cinzia Pennati

Se volete un amore. Fate una lista. Riga rossa su tutto ciò che non vi fa stare bene.

Se volete un amore non cercatelo di carta vetrata. Fa male.

E nemmeno di vetro soffiato, è bello ma non resiste.

Se volete un amore non deve avere aculei o lame che escono all’improvviso e vi feriscono.

Che non sia avido di parole, e sia capace di un “ti amo”.

Che non si faccia attendere e pregare come fosse un Dio.

Se volete un amore cercatelo capace di libertà.

Che ci sia quando ne avete bisogno.

Che creda nei vostri progetti quando non riuscire a farlo voi.

Che sappia tenervi per mano senza stringere.

Capace di mollare la presa.

Se volete un amore non cercatelo muro di cemento, che sia porta, aperta sempre.

Che vi ricordi la vostra bellezza.

Che sia uomo e non maschio.

Che sia femminista.

Sia capace di paternità verso i figli del mondo.

In grado di reggere la solitudine e se stesso.

Che si lavi le mutande e si stiri le camicie, che non sono quisquilie. Che non lo pretenda da voi come un servizio.

Che non lavori solo fuori casa ma condivida con voi, l’altro lavoro, quello dentro le mura.

Se volete un amore non accontentatevi. Fate una lista. Riga rossa su tutto ciò che non vi va stare bene.

L’amore non è sacrificio femminile. Non dovete elemosinarlo.

È un diritto democratico ed equo. Non si compra e non si vende.

Fa stare bene. Punto. E appunto.

Non c’è nessuna incertezza in questo.