la gabbianella e l’airone, fiaba in rima baciata di Daniela Domenici

 

 

 

 

 

 

una gabbianella sola soletta

impara a nuotare senza fretta

prova ad andare in linea retta

ma va zigzagando, poveretta!

Laggiù in fondo un airone la vede

e maestoso dal suo sasso le chiede

“prova ad arrivare qui da me

che mi racconti qualcosa di te,

ci facciamo un po’ di compagnia

e posso insegnarti qualche magia”

la gabbianella accetta l’invito dell’airone

e prova a dare un po’ più di accelerazione

ma alle sue spalle c’è una canoa con quattro persone a bordo,

gli atleti seguono la loro pista

e non l’hanno proprio vista,

son comparsi all’improvviso e lei deve subito virare di bordo

l’airone guarda la scena un po’ preoccupato

ma quando vede che ce la fa è sollevato

“ciao, gabbianella, benvenuta qui da me,

sul mio sasso c’è spazio anche per te,

ora riposati dallo spavento e per la lunga nuotata

che poi pensiamo a qualcosa per la nostra mangiata”