due composizioni con alcuni falsi nomi composti partendo da capodanno, di Daniela Domenici

Oggi si festeggia il capodanno

che, come quasi tutti sanno,

è, in grammatica, un sostantivo composto

in cui una o più parole trovano posto;

col prefisso “capo” posso enumerare

tanti altri sostantivi con cui giocare:

da capoverso a capoclasse, da capofila a capostazione

sono tutti nomi composti che indicano una specifica funzione

ma ci sono anche tanti sostantivi che dei composti solo l’apparenza hanno

come caporale, capodoglio, capocollo o capolavoro che traggono in inganno.

puoi mangiare un po’ di CAPOCOLLO

con una bella CAPONATA

che è un vero CAPOLAVORO

se, però, poi ti prende un improvviso CAPOGIRO

farai una CAPOVOLTA,

cadrai a CAPOFITTO

e ti farai una CAPOCCIA

grande come quella di un CAPODOGLIO…