Conosciamo più da vicino le 30 eurodeputate italiane, resoconto di Daniela Domenici

Ho voluto vedere quante eurodeputate italiane siano attualmente in carica al Parlamento europeo e chi siano in dettaglio, età anagrafica, titolo di studio, città di provenienza, partito in cui sono state elette e da quanto tempo sono all’europarlamento.

Inizio dall’età: le più giovani eurodeputate sono Susanna Ceccardi dalla provincia di Pisa e Isabella Tovaglieri da quella di Varese, entrambi nate nel 1987, le meno giovani Patrizia Toia dalla provincia di Milano e Caterina Chinnici da quella di Palermo, la prima nata nel 1950, la seconda nel 1954.

Patrizia Toia e Mara Bizzotto sono in carica dal 2009, ben 12 anni, un record, altre otto eurodeputate sono state elette nel 2014, le altre venti nel 2019.

Per quel che riguarda il titolo di studio di quattro di loro non l’ho trovato e sono Mara Bizzotto, Anna Bonfrisco, Lucia Vuolo e Stefania Zambelli. Tre delle altre ventisette hanno un diploma, Susanna Ceccardi, Gianna Gancia ed Elena Lizzi, le altre, naturalmente, una laurea e qualcuna anche un dottorato di ricerca. Quella “predominante” è in giurisprudenza, ben otto di loro, poi in scienze politiche, quattro, in medicina e in economia due ciascuno.

Il partito che ha più eurodeputate è la Lega con dodici, segue il Partito Democratico con sette, il Movimento 5 Stelle con cinque, Forza Italia con tre; ci sono due eurodeputate indipendenti, Rosa D’Amato dalla provincia di Taranto e Francesca Donato da quella di Ancona. La trentesima europarlamentare, Eleonora Evi, dalla provincia di Milano, appartiene a Europa Verde.

Per quanto concerne le regioni di provenienza ce ne sono sette che non hanno alcuna deputata europarlamentare, la regione che ne ha di più è la Lombardia con sei, seguono il Veneto e la Campania con quattro e la Puglia con tre. Con due ci sono poi l’Emilia Romagna, la Toscana, la Sicilia e il Lazio, con una la Liguria, il Friuli Venezia Giulia, il Piemonte, le Marche e il Trentino Alto Adige.