Lo strano caso di Maria Scartoccio – ovvero, un brutto fatto di cronaca a Sestri Ponente, di Renzo Bistolfi, TEA 2017, recensione di Daniela Domenici

quattro anni fa ho “incontrato” per la prima volta Renzo Bistolfi con questo suo libro

Il coraggio della signora maestra, di Renzo Bistolfi, recensione di Daniela Domenici

ho trovato questa sua opera sempre in biblioteca e l’ho letta in un soffio, anzi, l’ho letteralmente divorata come la prima e ancora una volta mi ha fatto sorridere, commuovere, in una parola, innamorare delle tante persone e delle particolari atmosfere di un angolo di Sestri Ponente tra la via Garibaldi (ora via Sestri) e la via D’Andrade nel novembre del 1956. Traggo dalla seconda di copertina “Renzo Bistolfi ci racconta con ironia e partecipazione le atmosfere, i luoghi e le vicende di un tempo che ci sembra ormai remoto, ridando vita e corpo a personaggi e sentimenti capaci di suscitare nel lettore divertito un sorriso di nostalgia”.

Non è solo il racconto della vita in un condominio con “gli straordinari e pittoreschi esemplari di umanità che lo popolavano…perché quella comunanza, quella solidarietà, quel sapere tutto di tutti/e che oltre a sfamare la curiosità diventava naturale e fattiva partecipazione oggigiorno sono scomparsi”; Bistolfi riesce a inserirci anche una nota “gialla” perché in quel condominio avvengono le morti misteriose di due anziane inquiline e solo nelle ultime pagine, grazie alla collaborazione tra alcuni/e condomini/e e le forze dell’ordine, sapremo com’è andata veramente, chi sia stato/a il/la colpevole e perchè. E avremo poi l’epilogo dal notaio che sarà il vero colpo di scena: standing ovation, complimenti di vero cuore da parte di una Sestrese d’adozione da cinque anni!

Concludo con una breve recensione tratta dalla quarta di copertina “una folla di personaggi maggiori e minori, una polifonia di voci che sa un po’ di madeleine dell’autore e non smette mai di dare la sensazione di piacere del racconto (di chi lo scrive e di chi lo legge)”