28 dicembre, el dia de la inocentada, il pesce d’aprile spagnolo

28 dicembre in Spagna: Santi Innocenti, il giorno della “inocentada” (il pesce d’aprile spagnolo)

Oggi, 28 dicembre, è in Spagna un giorno speciale. Non è un festivo ma è il giorno in cui tutti gli anni si fanno scherzi, come in Italia è il 1° di aprile.

Il calendario cristiano celebra i Santi Innocenti (traduzione in spagnolo: Día de los Santos Inocentes) ed è proprio ai bambini innocenti che si ispirano gli scherzi del giorno. Quello che in Italia (e in buona parte del mondo) è il “pesce d’aprile“, in Spagna è la “inocentada“.

Una inocentada – rivelata alla fine con un bambino stilizzato – è dunque ogni scherzo che si fa in Spagna il 28 dicembre (il 1° aprile è invece un giorno normale, senza scherzi). Leggo su Wikipedia che si fanno inocentadas e non pesci d’aprile anche in Argentina, Messico, Venezuela, Colombia, Perù, Ecuador, Cile, Panama, Bolivia, Filippine, Guatemala e Uruguay.

Tra le inocentadas 2015 a Madrid segnalo quelle fatte da Comune e Comunità di Madrid. Nel primo caso lo scherzo è l’annuncio di un “progetto sindaci a rotazione” a Madrid-Barcellona, con il cambio città delle sindache Carmena e Colau (entrambe elette con liste legate a Podemos); nel secondo l’arrivo dell’orologio digitale a Puerta del Sol.

La inocentada e il suo corrispettivo in italiano esistono anche in televisione. Questa sera va in onda il “Gala Inocente, Inocente” (su La1 della TVE), una sorta di puntata unica di Scherzi a Parte, con scherzi ai vip e fini benefici. Questo progrmma va in onda ogni anno dal 1995, ed è passato per diverse reti prima di approdare sulla principale tv nazionale.

i 15 migliori scherzi per il 28 dicembre, traduzione di Angelo Alberto Argento

https://www.elcorreo.com/sociedad/mejores-bromas-santos-20191227164709-nt.html

Appendere un pupazzo sulla schiena, attaccare una moneta al suolo, portare avanti l’ora negli orologi… il giorno dei Santi Innocenti è rivolto proprio a tutti o quasi, in cui poter preparare lo scherzo che più ti piace.

[…] In questi giorni, i grandi e i piccoli commercianti si sforzano di riempire le loro vetrine di oggetti per fare scherzi, costumi e «trappole» per sorprendere i più impavidi. Se vuoi partecipare a qualche pesce d’aprile scegli, tra le seguenti, quella che ti motiva di più e fai attenzione a non farti beccare.

  • Scambiare lo zucchero con il sale

Se c’è uno scherzo classico per eccellenza da fare sia il 28 dicembre o qualsiasi altro giorno, è quello di cambiare il contenuto del barattolo di zucchero con quello del sale. Una raccomandazione: questo scherzo è fortemente raccomandato all’ora di colazione o se si sta per cucinare un piatto dolce e, se possibile, in compagnia. La reazione dopo aver scoperto l’ingrediente nascosto, non ha prezzo.

  • Attacco improvviso di forfora

Continuando con l’ingrediente «magico» del sale, metti in pratica quanto segue: versa un po’ di sale sulla tua testa, in un luogo preciso o in tutto il capo. Ora vai da un amico, da un parente o da un collega di lavoro e chiedigli se vede «qualcosa di strano in testa», l’espressione al vedere un tale spettacolo sul tuo cuoio capelluto lascerà senza dubbio a bocca aperta la vittima.

  • Cambiare l’ora dell’orologio

Approfitta di un momento di solitudine, di disattenzione o quando le tue vittime dormono. Avrai due opzioni: anticipare l’orologio, così che tutti arrivino prima alle loro destinazioni; o ritardarlo, in modo che arrivino tardi. In ogni caso, consigliamo di anticipare l’ora e sottrarre un’ora di sonno alla vittima; meglio di farlo arrivare in ritardo a qualsiasi impegno, ma decidi tu.

  • Il vetro rotto

Per questo scherzo avrete bisogno di una saponetta o di un gesso bianco o grigio. Se il tuo amico o la tua famiglia hanno un locale con una luna di cristallo, fallo uscire dal negozio per simulare un assalto. Lo potrete realizzare disegnando parecchie linee sul vetro sinuose che confluiscono in un unico punto, così sembrerà che qualche teppista abbia lapidato il vetro del negozio. Mi raccomando, tranquillizza la tua vittima prima che possa chiamare il Pronto Soccorso per l’incidente.

  • Il trucco della moneta

Un altro classico in materia di scherzi. Passeggiare per la strada, trovare una moneta a terra o magari una banconota e chinarsi a prenderlo, sono tre azioni che si fanno quasi per default. Tuttavia, questa innocua manovra può essere causa di scherno in una giornata come questa. Dovrete solo mettere a terra qualche moneta o banconota e, di sicuro, più di una vittima cadrà nella trappola di tentare di staccare il bottino dalla strada. Un’altra opzione in questo campo è legare alla moneta o alla banconota una corda, e quando la vittima si china, tirarla in modo che non possa prenderla.

  • Il dentifricio

Consiste nel mettere un po’ di dentifricio o qualche altro unguento sul viso o sulle mani della vittima mentre questa è distratta o dorme. Al risveglio e guardarsi allo specchio, vedrà come una strana sostanza sia «apparsa» sulla sua pelle.

  • L’apparizione del ‘nano’ o del manichino

Questo scherzo sarebbe tra i più spaventosi. E ‘molto semplice, e puoi essere tu stesso il protagonista o utilizzare un manichino o un pupazzo di dimensioni considerevoli. Vestiti (o vesti il manichino) con un lungo impermeabile o una coperta, mettiti davanti alla porta della stanza (o del bagno) della persona che vuoi sorprendere e mettiti in ginocchio. Quando la vittima aprirà la porta, rimani immobile, lo spavento sarà assicurato.

  • Il dito nella frutta

Bisogna convincere la vittima se è capace di indovinare, con gli occhi chiusi, quale parte del corpo stiamo indicando. Prendiamo un pezzo di frutta, un’arancia, per esempio, la tagliamo a metà e facciamo un buco al centro, in modo che ci stia il dito indice. Detto questo, una volta che gli avremo chiesto delle zone del corpo facili da riconoscere, come la bocca o un orecchio, introdurremo il dito nella frutta. Senza dubbio, la sorpresa è servita. E anche le risate.

  • Il pupazzo

Ma se c’è uno scherzo tradizionale che si radica nel Giorno dei Santi Innocenti è appendere il pupazzo bianco sulla schiena della nostra vittima. In un momento di disattenzione, metti la carta con del nastro adesivo sul cappotto della vittima, così camminerà per la città con il messaggio del giorno in questione.

  • La valigia pesante

Si tratta di mettere in strada una valigia molto pesante, impadronirci come se fossimo turisti e confidare nella bontà di qualche viandante. Cioè, chiederemo a una persona di portarci la valigia. Le risate sorgeranno quando si accorgerà che è impossibile spostare la valigia, anche solo cinque metri.

  • I classici spaventatori

¡Buh! Nascondersi dietro una porta, dietro un angolo, con la stanza al buio. Ogni angolo e meandro è utile se si riesce alla fine a spaventare la vittima.

  • Scherzo telefonico

È una delle risorse che è diventata di moda negli ultimi anni. Inoltre, innumerevoli siti offrono questo servizio a pagamento, poiché la richiesta di fare questo tipo di scherzo è fatta attraverso un numero l’806. Ma se vuoi farlo in modo più economico, cerca qualcuno la cui voce non sia riconosciuta dalla vittima e fai volare l’immaginazione. Dalla scoperta di un’infedeltà fino all’imposizione di una multa stradale. Le opzioni sono molteplici.

  • Articoli falsi

I tradizionali negozi di costumi e dolcetti sono quelli che in questi giorni si vestono di articoli per fare scherzi nel giorno dei Santi Innocenti. Il tipico dito o la tradizionale mano finta che, stringendola, viene strappata via; le borse che vengono poste sui sedili simulando flatulenze, escrementi finti, ecc.

 

  1. Il campanello

 

È semplice basta mettere uno stuzzicadenti sull’interruttore del campanello. Il ding-dong perpetuo darà sui nervi a tutti gli inquilini.

 

  1. La porta

 

Questa scherzo riesce soprattutto nelle abitazioni con una porta di fronte all’altra; funziona anche in stanze della propria casa che siano sempre disposte in questo modo. Devi solo legare una corda da una maniglia all’altra, così nessuno di quelli nella stanza potrà uscire.