Archivio categoria: donne scrittrici – women writers

“Mani calde” di Giovanna Zucca, recensione di Daniela Domenici

Un libro-gioiello sin dalla copertina, deliziosamente naif, che ci dà già un input per capire chi saranno i protagonisti di questa dolcissima storia che si volge tutta nel reparto di terapia intensiva di… Continua a leggere

Vota:

“Tutto per un cane” di Ann M. Martin, recensione di Daniela Domenici

“Anna Martin alterna ad arte storie di cani e di uomini e le fa confluire l’una nell’altra in un finale che ci lascia commossi e appagati” scrive Kirkus Reviews e aggiunge Publishers Weekly… Continua a leggere

Vota:

“Segreti di famiglia” di Tatiana de Rosnay, recensione di Daniela Domenici

“A volte è più facile non sapere. A volte la verità fa male”…queste due frasi tratte dalla copertina di “Segreti di famiglia” dell’autrice anglo-francese Tatiana de Rosnay, molto ben tradotto da Valeria Galassi… Continua a leggere

Vota:

“Parole sulla sabbia” by Ellen Block, recensione di Daniela Domenici

A woman, an island and a lighthouse: on these three elements Ellen Block succeeds in building a story which enthralls: “Parole sulla sabbia”, excellently translated in Italian by Rita Giaccari and published by… Continua a leggere

Vota:

“Ritratto di donna in cremisi” by Simona Ahrnstedt, recensione di Daniela Domenici

“…touching like Via col vento, provocative like L’età dell’innocenza,, universal like Orgoglio e pregiudizio…”: these words, which we totally agree on, taken from the cover of the book, give already an idea of… Continua a leggere

Vota:

“Parola di donna, corpo di donna” di Valentina Colombo , recensione di Daniela Domenici

Il sottotitolo è “Antologia di scrittrici arabe contemporanee” e la domanda sorge spontanea: ma esistono così tante scrittrici arabe contemporanee da creare un’antologia? Valentina Colombo, docente di lingua e letteratura araba all’università della… Continua a leggere

Vota:

“L’allieva” di Alessia Gazzola, recensione di Daniela Domenici

Di questo libro mi hanno subito colpito quattro elementi “periferici”, diciamo: innanzitutto la giovane età dell’autrice, solo ventotto anni; secondariamente la fama della casa editrice, la Longanesi, non un editore di nicchia per… Continua a leggere

Vota:

“Ritratto di donna in cremisi” di Simona Ahrnstedt, recensione di Daniela Domenici

“…emozionante come Via col vento, provocatorio come L’età dell’innocenza, universale come Orgoglio e pregiudizio…”: questa parole, che ci trovano perfettamente consenzienti, tratte dalla terza di copertina, rendono già un’idea di cosa sia “Ritratto… Continua a leggere

Vota:

“L’amante di Chopin” di Rosalind Brackenbury – Piemme edizioni

Vi dice qualcosa il nome Aurore Dupin? Credo proprio di no ma George Sand probabilmente sì, nom de plume di una delle più celebri e prolifiche scrittrici francesi passata alla storia anche per… Continua a leggere

Vota: