Riflessioni prima dell’inizio del nuovo anno scolastico di Ilaria Elmo

Lavagna

la mia dolce e forte amichetta Ilaria mi ha mandato queste sue riflessioni che v’invito a leggere con attenzione e far entrare nel vostro cuore…

Il 28 giugno ho terminato gli esami, e con essi è finita per me la scuola secondaria di I grado.
In questi tre anni sono cambiata molto: ho vissuto tanti momenti difficili che mi hanno permesso di maturare e diventare più forte. Sinceramente ho sofferto molto per alcune prese in giro da parte dei miei compagni, tante bugie anche dalle persone a cui tenevo di più… Ho capito che in realtà non bisogna dare tanto peso a ciò che dicono gli altri, perchè il loro unico scopo è quello di “colpire il tuo punto più debole” (nel mio caso la sedia a rotelle).
Mi sono resa conto che anche nei momenti più difficili, e quindi quelli in cui si pensa che la situazione sia troppo difficile da affrontare e da superare bisogna mettercela davvero tutta. Niente è impossibile!
In questi anni ho incontrato persone, anche tra gli insegnanti, che mi hanno insegnato molto.
Nonostante quest’anno io sia stata assente per quasi due mesi per colpa degli interventi a cui mi sono sottoposta non ho mai smesso di impegnarmi; volevo ottenere dei buoni risultati scolastici… Molte volte ho messo la scuola al primo posto anche se ho provato davvero un dolore terrificante. I miei sforzi sono serviti però! Sono riuscita a passare gli esami con il 9, un voto ben più alto di quello che mi aspettavo. Sono davvero contenta di essere riuscita a raggiungere i miei obiettivi (per quanto riguarda la scuola).

Tra sole due settimane inizierò il liceo linguistico. Non vedo l’ora, sono molto curiosa e impaziente di iniziare.
Anche quest’anno dovrò sottopormi ad alcuni interventi, non meno dolorosi degli altri, però sono convinta che riuscirò a recuperare perfettamente le lezioni perse e sono ottimista riguardo l’esito di queste operazioni. Anche se dovrò di nuovo soffrire molto alla fine ne sarà valsa la pena!