“Wonder woman” al teatro di Rifredi, recensione di Daniela Domenici

wonder woman

Straordinarie, stratosferiche, funamboliche, travolgenti, semplicemente tre formidabili wonder women Antonella Questa, Giuliana Musso e Marta Cuscunà ieri al teatro di Rifredi nello spettacolo da loro scritto, diretto e interpretato e che ha come sottotitolo “donne, denaro e superpoteri”.

Le tre attrici si sono chieste quale sia oggi lo stato del lavoro per le donne italiane e usando il teatro d’indagine con uno sguardo tagliente ma sempre colorato e profondamente intriso di poesia ci raccontano, come dice la brochure di sala, “tra inchieste giornalistiche, dati statistici e racconti biografici, un mondo fatto di stereotipi di genere, violenza psicologica e fisica, diritti mancati che ancora oggi rende difficile per le donne raggiungere e mantenere una soddisfacente indipendenza economica”.

Ottanta minuti senza intervallo che volano via tra risate e applausi, tra uno sketch e l’altro in cui le tre bravissime attrici danno vita a situazioni molto reali in cui spesso non facciamo caso a quanto gli stereotipi di genere siano lampanti, tra tutte la scenetta del colloquio di lavoro con la headhunter che tratta in modo esageratamente diverso l’uomo e la donna nonostante entrambi abbiano i titoli, le skills, come direbbe l’anglomane Questa…

Poesia allo stato puro nello sketch delle tre bambole-bambine, appese all’unico elemento della scenografia, un appendiabiti, e stupendamente manovrate da Marta Cuscunà, che si interrogano sul perché le bambine non possano dire parolacce e i maschietti, e gli uomini poi, invece sì.

Lo spettacolo si conclude con una scoperta sorprendente, sempre basata su dati statistici, della quale nel mondo si parla da tempo ma che in Italia, purtroppo, non si è ancora ben affermata: è la “womenenomics”, introdotta da Kathy Matsui, analista di Goldman Sachs (se vorrete approfondire l’argomento a fine recensione ho posto un link che la spiega), l’economia delle donne, che se fosse messa davvero in pratica ci farebbe uscire dalla crisi.

Le tre wonder women saranno on the stage anche stasera e domani pomeriggio, vi aspettano con i loro superpoteri, non perdetevele!

http://www.lavoce.info/archives/26172/perche-litalia-ha-bisogno-di-womenomics/

 

 

 

Annunci