Facebook e i suoi assurdi standard di oscenità, di Daniela Domenici

Nei tanti anni che sto in questa piazza virtuale non mi era ancora mai capitato di vivere questa nuova situazione: FB mi ha bloccata per 23 ore perché, dice, che ho violato i loro standard di oscenità pubblicando, ieri sera, la foto a seno nudo, che circola liberamente sul web, della celebre pittrice surrealista Meret Oppenheim scattata da Man Ray.

Ho provato a spiegar loro questa cosa fino a ora ma continuano a rispondermi che li ho violati e che, per punizione, non potrò pubblicare per 23 ore.

Ottimo, mi dedicherò al mio sito, al mio calendario delle donne, alle mie traduzioni e alle persone reali che mi circondano, FB si conferma ancora una volta bacchettona nel senso più retrivo del termine, Zuckenberg si è scelto collaboratori e collaboratrici bigotte/i, mi dispiace per lui…

 

Annunci