il respiro della verità, di Loredana De Vita

A Breath for the Truth

Mi è stato insegnato che dire la verità è una risorsa non una malattia. Mia madre mi  diceva che le bugie chiamano altre bugie e che ciò che all’inizio potrebbe essere risolvibile grazie alla verità, una volta che qualcuno usa le bugie per nascondere qualcosa, quella verità inizia a diventare sempre più distante al punto da essere irriconoscibile persino per lo stesso che ha iniziato a mentire. Trovo che avesse ragione.

Le persone si sono così abituate alle bugie che non sono nemmeno più in grado di determinare quando e dove tutto è iniziato. Per la paura di essere scoperti, dicono altre bugie e, alla fine, nessuno sa quale sia la verità.

Bugie dopo bugie, la realtà si confonde nell’invenzione di un mondo in cui tutto può essere altro rispetto a ciò che è realmente e le persone sono così confuse da non discernere una cosa dall’altra e finiscono per pensare che la verità non esista affatto, che tutto sia falso, che ogni persona non sia altro che una mistificazione, che fatti ed eventi siano scene su un palcoscenico sul quale coloro che sanno come mentire meglio sono anche i più potenti e per questo motivo sono degni di governare sui luoghi e le menti dei pochi ingegnosi che in qualche luogo nascosto della loro mente costretta pensano ancora che possa esistere una possibilità per la verità.

Spero che ci sia ancora qualcuno che combatta per il respiro della verità, per quanto pericoloso possa essere, per quanto incredibile possa essere, per quanto tu possa sentirti solo mentre cerchi qualcuno con cui condividere i tuoi ideali e la tua onesta dignità.