resistenza, di Loredana De Vita

Endurance

Spesso mi definisco come una persona in ricerca, non credo di aver mai tradito questo proponimento, continuo ancora a camminare anche se non so dove mi porterà e se mi porterà a qualcosa o qualcuno.

Tuttavia, quello che so per certo è che la mia ricerca mi avvicinerà a qualcosa che è nel cuore di ogni persona, indipendentemente dalle differenze e grazie ad esse.

Non sto cercando la standardizzazione del pensiero ma la sua libertà. Non cerco quelle persone che copiano l’una dall’altra per essere sicure che la loro differenza non possa essere visibile, ma quelle persone che amano condividere la loro differenza per ampliare qualsiasi orizzonte.

Il punto è che rifiuto qualsiasi tipo di oppressione, soprattutto quelle che cercano di condizionare la mente umana ad accettare qualsiasi ingiustizia a condizione che la nostra vita sia libera dalla stessa.

Non mi chiedo mai “perché io”? Invece, mi chiedo “perché non io”? L’altro è forse il custode di tutto ciò che non desideriamo per noi? Se non lo vogliamo per noi, non dobbiamo volerlo per l’altro!

Educare noi stessi alla pazienza e alla resistenza, educare noi stessi a una resistenza paziente.