Giacomo, Giulietta e Daniela, composizione in rima baciata di Daniela Domenici

Giacomo sta sul suo paterno verone

perché la voce di Silvia vuole ascoltare,

Giulietta sta sul celebre balcone

aspettando Romeo che deve arrivare,

Daniela sul suo poggiolo zeneise sta

per osservar la variegata umanità

che dopo la pandemica clausura è diversa,

agli/lle altri/e è diventata molto avversa,

la maggior parte della gente

è ormai purtroppo diffidente,

arriva a cambiare persino marciapiede

se nell’altro/a la mascherina non vede,

gli/le anziani/e mi fanno un’infinita, struggente tenerezza,

avrei voglia di toglier loro la mascherina e dare una carezza

che alleggerisca, per un attimo, il loro smarrimento

per essersi trovati/e a vivere questo surreale momento,

i/le bambini/e la vivono quasi come un gioco

non hanno la misura del futuro, durerà poco…