nulla cambierà il suo dolore, di Loredana De Vita

Nothing Will Change Her Pain

Nulla cambierà il suo dolore. Nessun abbraccio, nessuna parola, nessuna carezza, nessuna lacrima riempiranno lo strazio del vuoto della perdita di un figlio, ancora di più se tale perdita è la conseguenza di una violenza.
La vicinanza, la compassione, il tentativo di condividere un dolore non sono che l’accompagnamento verso un precipizio che non si colmerà mai più; un precipizio che tutti resteremo a guardare, mentre lei, la madre, lo percorrerà fino in fondo scoprendo che, forse, quel vuoto non finisce mai e che non saranno le nostre lacrime, per quanto sincere e accorate, a poterlo riempire.
È così, e così sarà.
Le nostre lacrime sono come un torrente che scorre lento e sempre più sottile fino al suo esaurimento o come il mare calmo e piatto che accarezza la riva in una calda e passeggera giornata di sole nell’inverno piovoso di sempre. Le lacrime di una madre che perde un figlio, di più, cui hanno strappato via un figlio, sono come le onde del mare tumultuoso che erode la sabbia, la strappa via dal suolo cui si aggrappa e la trascina nel vortice profondo dell’infinito modificandone i connotati. Le lacrime di una madre sono come le onde violente e capricciose che sbattono sugli scogli con forza e li consumano giorno dopo giorno senza che altri ne percepiscano la mutazione fino a quando si accorgeranno, all’improvviso, che quella pietra sempre più levigata non esiste più.
Quante sono le vite che cambiano per sempre in seguito alla violenza? Troppe, e sono come le gocce della nostra indifferenza che scavano nella roccia il prossimo precipizio per la prossima madre che piangerà per sempre suo figlio di ogni età.
Prima, bisogna intervenire; prima, bisogna smettere di avere paura; prima, bisogna non tacere dinanzi alle violenze e i soprusi cui assistiamo nel quotidiano e dinanzi ai quali taciamo. È bene che siamo consapevoli che il nostro silenzio prepara la tomba al prossimo innocente e che le nostre lacrime, poi, non cambieranno né colmeranno il mare di solitudine di una madre che piange suo figlio.