WTO, chi è Ngozi Okonjo-Iweala, la (prima) signora del commercio mondiale, di Diana Cavalcoli

https://www.corriere.it/economia/aziende/cards/wto-chi-ngozi-okonjo-iweala-prima-signora-commercio-mondiale/presidente_principale.shtml

«Ngozi Okonjo-Iweala è un’eroina non solo della Nigeria, ma del mondo intero. La sua crociata contro la corruzione ha messo a rischio la sua vita». Così l’Independent presentava nel 2007 l’ex ministra delle finanze nigeriana, oggi direttrice generale del Wto, l’Organizzazione mondiale del commercio nota anche come Omc. Okonjo-Iweala 66 anni, economista, è stata scelta come guida della Wto con mesi di ritardo a causa dell’opposizione degli Stati Uniti di Donald Trump. Il nuovo presidente Joe Biden ha però dato il via libera consentendo l’ufficializzazione della nomina. La «signora della finanza» succede così al direttore generale, Roberto Azevêdo, dimessosi ad agosto 2020 con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale del suo mandato.

«Un Wto forte — ha detto Okonjo-Iweala dopo la nomina — è essenziale se vogliamo riprenderci completamente e rapidamente dalla devastazione causata dalla pandemia del Covid-19. Insieme possiamo rendere il Wto più solido, più agile e più adatto alle realtà di oggi». Prima donna e prima africana alla guida dell’Omc, con la sua figura Okonjo-Iweala porta ai vertici dell’organismo una solida esperienza economica e politica. «Forbes» l’ha perfino inserita per quattro anni consecutivi nella classifica delle 100 donne più potenti al mondo e il «Time» in quella delle 100 personalità più influenti a livello globale.