la mia penna per la pace, di Loredana De Vita

https://writingistestifying.com/2022/03/12/my-pen-for-peace/

Una penna per la pace, la mia penna per la pace.
Vorrei riempire ogni spazio bianco e vuoto di questo mondo con la parola PACE colorata con i colori della condivisione, dell’accoglienza, del senno, dell’amore, della vita, dei sogni, delle speranze cui tutti ambiamo, affinché siano questi i colori del nostro orgoglio, questa la destinazione di ogni nostra rotta.
NON ABBIAMO BISOGNO della guerra, di distruggere e auto distruggerci nella presunzione di una conquista che elimina tutto e ogni cosa.
NON ABBIAMO BISOGNO dei dittatori che occludono il senno del suo popolo e lo ottundono al punto di riuscire a plasmarlo in forme di odio fino a far dimenticare quella vita di prima in cui, probabilmente, il nemico era un amico o una persona con cui si collaborava.
NON ABBIAMO BISOGNO di sfruttatori che rinnegano il valore della persona, di ogni persona, pur di ergersi al di sopra degli altri.
NON ABBIAMO BISOGNO del potere marcio che sprofonda le persone e i popoli nel suo proprio fango.
NON ABBIAMO BISOGNO degli sfruttatori e negazionisti della verità che hanno adattato a proprio comodo e per il proprio lustro.
NON ABBIAMO BISOGNO dell’odio e della distruzione.
NON ABBIAMO BISOGNO di questo orrore in nessun paese del mondo… non in Ucraina, non in Africa, non ovunque sulla Terra si rinneghi lo spirito dell’Uomo e il suo diritto a costruire il bene.
ABBIAMO BISOGNO di una penna che sappia scrivere ovunque e in ogni lingua una parola sola: PACE.
È talmente limitata l’infinitezza della nostra eternità che non immaginiamo di non avere il diritto di sprecarne neanche un istante nell’odio.
Ci sono battaglie buone da combattere con le armi della giustizia e dell’amore, dell’intelligenza e della bontà.
Ci sono battaglie scientifiche da condurre affinché la ricerca possa sconfiggere le malattie o lenirne la sofferenza. C’è la battaglia contro l’ignoranza affinché ogni persona possa imparare a dare un sgnificato e un valore alla propria persona. C’è la battaglia per ripulire la Terra dai nostri detriti e riconquistarla alle sue energie e bellezza affinché sia bello per noi poterne accogliere e condividere i frutti. C’è la battaglia contro la violenza e la discriminazione di ogni tipo che si combatte accrescendo la cultura e il senso. C’è la battaglia per la dignità di ogni persona che non si combatte con la violenza, ma con il sostegno reciproco e la collaborazione.
Sono queste le battaglie che vale la pena intraprendere, senza armi e violenza, ma con l’intelligenza dell’amore nel proprio sguardo e nella propria voce.
Vorrei avere questa penna miracolosa e saggia per scrivere in ogni cuore una parola sola: PACE.