sonetto VIII, di Pablo Neruda

“Sonetto VIII” è una poesia di Pablo Neruda contenuta nella raccolta “Cento sonetti d’amore” pubblicata nel 1959.

Se non fosse perché i tuoi occhi sono color di luna,
di giorno con argilla, con lavoro, con fuoco,
e imprigionata tieni l’agilità dell’aria,
se non fosse perché tu sei una settimana d’ambra,
se non fosse perché tu sei il momento giallo
in cui l’autunno si arrampica sui tralci
e sei anche il pane che la luna profumata
elabora passeggiando la sua farina per il cielo,
o mia adorata, io non ti amerei!
Nel tuo abbraccio io abbraccio ciò che esiste,
la sabbia, il tempo, l’albero della pioggia,
e tutto vive perché io viva:
senza andare lontano vedo tutto:
vedo nella tua vita tutto quello che vive.

Pubblicità