Bisogno di spiritualità di Daniela Domenici

Sto scoprendo quotidianamente quanto esponenziale sia questo bisogno, come?

Grazie a questo mio sito http://danielaedintorni.com, un salotto culturale online in cui tratto gli argomenti più vari e in cui ho deciso, non molto tempo fa, di creare un nuovo angolo chiamato “gocce di fede” in cui ho raccolto, e raccolgo, le mie filastrocche su santi e parabole, le mie poesie in cui la fede è la base di partenza e brani sia della Bibbia che di altre provenienze.

Ebbene, da quando ho inaugurato questo nuovo angolo del mio sito e controllo con regolare  frequenza nella bacheca a cui, naturalmente, ho accesso solo io come webmaster, cosa cercano le persone che passano da lì, da quali nazioni del mondo provengono, quali parole o frasi digitano nei motori di ricerca per poi arrivare da me e quali sono i post più letti; ebbene, dicevo, ho notato che da molti giorni ormai in testa ai post più letti ci sono sempre le poesie e i post di questo nuovo angolo mentre tutti gli altri argomenti che tratto, e i relativi post, sono nei posti più bassi di questa classifica che il sito mi dà in automatico.

Questa constatazione mi ha portato alla riflessione che dà il titolo a questo mio post: a quanto pare c’è un diffuso, latente, spesso inconfessato, bisogno di fede, di spiritualità, di credere in qualcuno o qualcosa, di fidarsi e affidarsi, di ricevere input positivi e validi, nuovi stimoli per ampliare le proprie conoscenze, come hanno giustamente sottolineato anche i relatori nell’incontro che l’associazione Esserci, grazie alla sua presidente Cristiana Gemignani, ha tenuto lo scorso venerdì a Lido di Camaiore.

E allora con molta gioia proseguo nella mia…pioggia di…gocce di fede!!!