Storia di Ilaria Elmo, seconda parte

una stella nel cielo buio da paroledelcuore.

Questo non è un anno facile per me. Non lo è per niente. A settembre, quando sono andata a fare una visita a Genova, mi hanno detto che gli interventi a cui avrei dovuto sottopormi durante questi mesi non sarebbero serviti a darmi finalmente quell’autonomia che io non ho mai avuto, bensì a permettermi di stare in piedi più dritta tenendomi a qualcuno o a qualche ausilio. Pochi mesi fa sono andata a Genova per fare il primo intervento. Ho passato veramente un mese atroce. Non potevo muovere le gambe che subito urlavo per il dolore lancinante che provavo. Sembrava che nonostante tutto l’intervento fosse andato bene. Qualche settimana fa però, si sono accorti che un osso si è spostato nel piede sinistro e quindi tra circa un mese dovrò sottopormi ad un altro intervento. Non posso negare di essere terrorizzata, temo che ci siano altre complicazioni. Ma nonostante tutto questo non voglio e non permetterò alla paura di vincere e di togliermi la speranza di poter essere più autonoma.